Utilità e vantaggi

  • Vantaggi dei test

Quali sono i vantaggi del test VPT?

Lo studio del microbioma vaginale deve avere un timing ristretto per instaurare una terapia mirata che oggi necessita più di 20 gg con le metodiche classiche degli esami colturali.
In particolare il nostro test, invece, consente di avere una risposta entro 3 giorni in modo tale che il Clinico possa adottare un'adeguata e tempestiva terapia al fine di risolvere l'infezione e ricostituire la fisiologia dell'eubiosi vaginale.
Il test prevede che, durante la visita ginecologica venga eseguito un semplice prelievo del secreto vaginale mediante un apposito tampone. Il materiale raccolto sarà analizzato in laboratorio tramite innovative e sofisticate metodiche biomolecolari che consentono di rilevare, in maniera qualitativa e quantitativa, e con tempi ridottissimi di esecuzione e di risposta, la presenza dei patogeni.

VPT e` rivolto a tutte le donne e, in particolare, a coloro che:

  • Manifestano perdite vaginali anomale con o senza alterazione dell'odore, prurito, bruciori dispareunia, o altra sintomatologia ginecologica, sia durante la vita riproduttiva che in menopausa;
  • Hanno desiderio o difficoltà di concepimento;
  • Hanno avuto rapporti sessuali non protette e a rischio di malattie sessualmente trasmissibili.
Le infezioni genitali rappresentano una delle cause principali di infertilità femminile nella fascia d'età 20-40 anni.

Chi deve fare l'HPV test?

Si stima che circa l'80% delle donne sessualmente attive contragga un'infezione da HPV, con un picco di prevalenza nelle donne fino a 25 anni. Per questo motivo, nella fascia d'età 25-30 anni è consigliata l'esecuzione del tradizionale Pap-test come screening primario, mentre chiare evidenze scientifiche avvalorano l'utilizzo di test molecolari validati per l'individuazione di ceppi HPV ad alto rischio nei programmi di screening oncologico nelle altre fasce d'età.

Perché utilizzare i test Vera +Plus®?

  • Perché rileva il 96,2% delle anomalie cromosomiche fetali riscontrabili alla nascita.
  • Perché evidenzia il 95,5% delle anomalie cromosomiche fetali rilevabili in epocaprenatale, ed il 99,1% di quelle riscontrate alla nascita, raggiungendo un livello di detection rate molto simile a quello del cariotipo fetale tradizionale (96.9%) e molecolare (99.8%), ottenuto mediante tecniche di diagnosi prenatale invasiva.

Grafico delle performance del test
Performance del Vera +Plus®
(ultimo aggiornamento: dicembre 2016)