Quali infezioni possono ostacolare concepimento

Le condizioni che possono ostacolare il concepimento di un figlio sono numerosissime e possono riguardare l’intero organismo: dall’endometriosi alle ovaie policistiche, dall’irregolarità mestruale al sovrappeso, dal sottopeso al fumo e via discorrendo.

Tuttavia, esiste una specifica categoria di problematiche che effettivamente agisce in modo attivo nella difficoltà a concepire, ed è quella delle infezioni.

Tra le infezioni che possono ostacolare il concepimento un “posto d’onore” è occupato da quelle sessualmente trasmissibili. Nello specifico, le infezioni da Clamidia e da gonococco rientrano ancora oggi tra le prime cause di infertilità per i danni che possono provocare alle tube.

Entrambe queste infezioni possono essere contratte nell’ambito di attività sessuale non protetta e, se non vengono diagnosticate e trattate in modo tempestivo e specifico, possono produrre gravi infiammazioni a livello pelvico che, a loro volta, provocheranno la chiusura delle tube e conseguente infertilità.

Proprio a causa delle diverse infezioni che possono ostacolare il concepimento, è essenziale che ogni donna, già a partire dalla giovane età, sia educata in merito alle migliori modalità di prevenzione così come che prenda l’abitudine di sottoporsi regolarmente a esami di controllo.

Infezioni che causano infertilità

Lo stato di infertilità femminile è definito come conclamato e primario nel caso in cui la gravidanza non avvenga dopo un anno di rapporti sessuali non protetti. Nel caso in cui non sia invece più possibile concepire dopo uno o più parti, si parlerà di infertilità secondaria – una condizione che colpisce circa il 15% della popolazione.

Le infezioni che causano infertilità rappresentano un gravissimo problema per la funzione riproduttiva e possono essere il risultato dell’aggressione di diversi batteri e virus. È dunque importante comprendere che infezioni e fertilità femminile sono due concetti strettamente correlati, e che le prime possono grandemente influenzare la seconda.

Tra le infezioni batteriche che impediscono il concepimento va inclusa quella da Clamidia, particolarmente insidiosa in termini di rilevanza clinica. La clamidia è una infezione batterica causata dal microorganismo Chlamydia trachomatis e può essere trasmessa sia attraverso rapporti vaginali, che orali, che anali. Sfortunatamente, la clamidia può essere trasmessa anche per via materno-fetale e dunque rientra a pieno titolo tra le infezioni batteriche che impediscono il concepimento.

Dal momento che il decorso di questa infezione che causa infertilità può essere asintomatico, è essenziale un’attenta opera di prevenzione e controllo specialmente se si desidera concepire un figlio.

I laboratori Biomolecular Diagnostic offrono, in questo senso, un test puntuale, preciso e affidabile che permette di eseguire lo screening per lo studio dell’ecosistema vaginale e di individuare i patogeni responsabili dell’insorgenza di una serie di infezioni che causano infertilità e malattie sessualmente trasmissibili.

Il nostro test VPT full panel è rapido, pratico e indolore. Risultato delle più recenti tecniche di biologia molecolare, permette di diagnosticare in piena sicurezza diverse problematiche:

  • Infezioni fungine
  • Vaginosi batteriche
  • Disbiosi

Contattateci subito per una consulenza personalizzata o per un’offerta.

Comments are closed.