Papilloma virus: il test HPV per lo screening del tumore del collo dell’utero

Il papilloma virus umano, conosciuto anche con la denominazione HPV, è da considerarsi il principale responsabile del carcinoma del collo dell’utero. Quest’ultimo, non a caso, è stato il primo cancro ad essere riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come totalmente riconducibile proprio all’infezione di questo virus.

Quando si parla di HPV, dunque, ci si riferisce a un’intera famiglia di virus dei quali si conoscono attualmente circa 13 sottotipi, differenziati in ceppi ad alto o basso rischio a seconda del loro potenziale oncologico. In generale, la maggior parte dei ceppi del virus HPV genera lesioni benigne a livello della cute. Altri si caratterizzano invece per la formazione di lesioni pre-invasive (le cosiddette displasie) oppure invasive (il tumore della cervice uterina) che proliferano nel tratto genitale e che non solo si associano a forme tumorali, ma anche a verruche e condilomi.

Proprio a causa dei potenziali pericoli causati da un’infezione da virus HPV, è importante riuscire a rilevarle in modo tempestivo, così da aumentare significativamente le possibilità di guarigione della paziente e trattarla con una terapia totalmente mirata.

Va infatti tenuto presente che la maggior parte delle giovani donne viene contagiata dal virus HPV entro pochi anni dai primi rapporti sessuali. Di norma si tratta di infezioni silenti e transitorie, che però possono provocare in alcuni casi alterazioni temporanee nel Pap Test. Inoltre, la presenza del virus HPV è anche associata a una ridotta fertilità sia maschile che femminile. Per tutte queste ragioni, è assolutamente essenziale che la ricerca del virus avvenga anche nell’uomo, sia a livello di liquido seminale che di genitali esterni.

Il laboratorio Biomolecular Diagnostic ha messo a punto l’HPV test, un esame semplice e indolore che permette di effettuare uno screening primario del carcinoma della cervice uterina. L’HPV test è un test molecolare che consente la rilevazione della presenza di un’infezione da ceppi del virus HPV ad alto rischio oncogeno, ossia associati all’insorgenza di tumori.

Come funziona il test HPV?

Questo test totalmente indolore può essere effettuato nel corso di una normale visita ginecologica, nel corso della quale verrà prelevata una piccola quantità di muco contenente cellule del collo dell’utero. Il prelievo è rapido e pratico e avviene tramite un apposito tampone.

Ciò che differenzia l’HPV test dal classico Pap Test è che il materiale cellulare raccolto non viene osservato al microscopio ma analizzato nei nostri laboratori attraverso sensibilissime e avanzate tecnologie biomolecolari, attraverso le quali sarà possibile rilevare la presenza di virus HPV sia a basso che ad alto rischio, e sia in termini qualitativi che quantitativi. I tempi di risposta sono inoltre rapidissimi e in due giorni dal test è possibile riceverne i risultati.

Il test HPV di Biomolecular Diagnostic è da considerarsi uno screening più efficace rispetto al Pap Test, nell’ambito della prevenzione dei tumori invasivi cervicali.

Comments are closed.